• Mèdisin

Estetica in FLEBOLOGIA

di LUIGI FOSSATI



Il settore della flebologia ha avuto negli ultimi tempi una spinta innovativa in tutti i suoi aspetti: dall’introduzione nella chirurgia venosa di strumenti tecnici quali laser, radiofrequenza, vapore, colla, alla schiuma sclerosante, che ha effettivamente rivoluzionato l’approccio alla malattia varicosa, all’esame eco-color-doppler, con macchine sempre più miniaturizzate, imprescindibile per un'accurata mappatura delle varici. Inoltre, di importanza fondamentale, sono le nuove teorie sulla genesi della malattia venosa: da quella classica discendente, a quella più attuale ascendente, secondo cui è dal reticolo venoso periferico che parte l’insufficienza venosa, passando alle terapie conservative della safena (CHIVA, ASVAL).



Tavola dell'anatomista Paolo Mascagni (1755-1815) dall' Anatomiae Universae 1801 ca.

La flebologia moderna, per quanto riguarda i risultati della chirurgia delle vene, pone la massima attenzione all’aspetto estetico, come Robert Muller insegnò a tutti noi, a partire dagli anni 60. In effetti, rispetto alla tradizionale tecnica chirurgica, le incisioni sotto il millimetro, l’assenza di punti di sutura e l’ utilizzo di calze elastiche di ultima generazione, hanno fatto sì che le aspettative dei pazienti fossero ampiamente rispettate dall’operatore, al punto che, a distanza di 30/60 giorni, risultasse difficile distinguere l’arto operato da quello controlaterale.

Per concludere, ritengo che il flebologo contemporaneo debba assolutamente rispettare questo aspetto “estetico” della propria attività, per poter soddisfare appieno le esigenze sempre più evidenti in tal senso da parte dei pazienti.



0 visualizzazioni
  • Google Places - Black Circle
  • Facebook - Black Circle

 

MèDISIN s.r.l.

Via Fratelli Bandiera, 17 - 17/A - 20851 Lissone, MB

Ph. 039 2454513 - Fax 039 2143670

e-mail: info@medisin.it